Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Pozzuoli, venerdì la "Marcia per la legalità" con studenti, amministratori, cittadini.

14/2/2018 - Una marcia per la legalità per dire no alla camorra e ad ogni forma di delinquenza. Il corteo si snoderà per le strade di Monterusciello, dove si sono verificati spesso negli ultimi mesi episodi di criminalità, venerdì 16 febbraio.

Appuntamento alle 9:30 a Monterusciello
Una marcia per la legalità per dire no alla camorra e ad ogni forma di delinquenza. Il corteo si snoderà per le strade di Monterusciello, dove si sono verificati spesso negli ultimi mesi episodi di criminalità, venerdì 16 febbraio. L'iniziativa è partita dagli studenti di Pozzuoli, che parteciperanno in massa alla marcia, ma ha coinvolto tutta la città, dall'amministrazione con il sindaco, gli assessori e tutti i consiglieri comunali, alla Curia arcivescovile, dalle associazioni alle organizzazioni sindacali, dai comitati civici ai semplici cittadini. Tutti assieme per dire che "in questa città non c'è posto per la camorra". "Anche se - ha precisato il sindaco Vincenzo Figliolia - Pozzuoli è sempre stata un'isola felice rispetto ad altre realtà grazie soprattutto al forte tasso di occupazione che ha avuto nel passato per la presenza delle industrie. Questa non è la città della camorra - ha aggiunto il primo cittadino - ma vogliamo alzare l'asticella per tenere alta l'attenzione e dire a chi ha intenzioni camorristiche di stare lontano dalla città". "Il silenzio uccide più dell'illegalità", hanno detto i rappresentanti degli studenti delle scuole superiori intervenuti questa mattina alla conferenza stampa assieme al sindaco, all'assessore alla Pubblica Istruzione Anna Attore e al presidente del consiglio comunale Luigi Manzoni a nome dell'intera assemblea. "Il nostro impegno c'è e ci sono tante cose da fare, è vero che siamo il futuro, ma siamo anche il presente di questa città", hanno detto Giovanni Volpe del "Petronio" e Francesco Miragliuolo del "Virgilio".

Il corteo partirà alle 9:30 di venerdì 16 dicembre da piazza Antonio de Curtis a Monterusciello e proseguirà per via Marotta, via Nicolardi, via Matilde Serao, via Parini e via Pirandello, per fare ritorno in piazza de Curtis, dove sarà allestito un palco per alcune esibizioni e spettacoli musicali. Interverranno, oltre a tutti gli studenti dei sette istituti superiori di Pozzuoli, rappresentanze di alunni delle scuole medie ed elementari.
Ma l'impegno della città non si ferma qua. Il presidente del Consiglio comunale Luigi Manzoni - che ha coordinato nei giorni scorsi una serie di incontri con forze politiche, associazioni, sindacati e comitati cittadini dai quali è venuto fuori un documento condiviso - ha annunciato che sarà creato un "Osservatorio ed apposito regolamento per la prevenzione ed il contrasto alla criminalità organizzata e la promozione della cultura della Legalità". Saranno inoltre realizzate uno o più "Case della Cultura" per i giovani, come richiesto dagli stessi studenti, e promossi progetti di formazione ed educazione alla legalità nelle scuole. L'amministrazione si è anche impegnata ad estendere ed ampliare il sistema di videosorveglianza già predisposto per il centro storico ai quartieri di Monterusciello, Licola, Toiano ed Agnano Pisciarelli.