Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

XXII Edizione della Medaglia d’Argento Carlo La Catena

27/11/2019 - Saranno assegnati venerdì 29 novembre alla ore 18, nella biblioteca “Alfredo De Marsico” in Castel Capuano, a margine del convegno che inizia alle ore 14 su “Il futuro dell’Associazionismo. Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. Volontariato che diventa impresa”, i riconoscimenti a 10 napoletani che nel 2019 si sono distinti nel campo dello sport, della medicina, della ricerca e delle diverse professioni esaltando l’impegno sociale.

 Carlo la Catena, vigile del fuoco, napoletano, aveva 25 anni, quando venne ucciso da una bomba esplosa, il 27 luglio del 1993, collocata da cosa nostra in via Palestro, a Milano. Cinque le vittime: un immigrato, un agente di polizia municipale Alessandro Ferrari e 3 vigili del fuoco oltre Carlo, Stefano Picerno e Sergio Pasotto.  Per ricordare il sacrificio di queste vittime, servitori dello Stato, da 22 anni viene organizzato un premio al merito ed all’impegno civico, per evidenziare  storie di eroismi quotidiani, professionali, sportivi. L’iniziativa ha il patrocinio morale della Camera dei Deputati, Regione Campania, Città Metropolitana, Comune di Napoli, Università Federico II, Unioncamere, Consiglio dell’ordine degli avvocati di Napoli, Fondazione Castel Capuano,  Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. La cerimonia  per la consegna dei premi a conclusione del convegno con la partecipazione Dr.ssa Lucia Fortini, Assessore agli affari sociali delle Regione Campania, Don Luigi Castiello, consultore nazionale per la pastorale della salute; Antonella La Porta, presidente della Commissione terzo settore dell’ordine dei commercialisti di Napoli; Franco Buononato, giornalista; Fernando Marotta, funzionario dell’Agenzia delle Entrate - direzione regionale; Dario Marano, tenente colonnello della Guardia di Finanza e Giacomo Di Gennaro docente Università Federico II, dipartimento scienze politiche. Modera l’avvocato Giovanni Siniscalchi, Segretario Generale della Fondazione Castel Capuano.

 “Abbiamo cercato in questi anni ti dare un nome un volto alle persone che in qualche modo hanno migliorato le sorti della città attraverso piccole o grandi azioni, una benemerenza trasversale che non è destinata solo alle persone importanti ‘affermate’, non siamo alla ricerca di notorietà ma cerchiamo di creare rete tra le persone che amano il nostro territorio. Le nostre attività devo sottolineare che sono quasi a costo zero perché tutti sentono la passione che noi riusciamo a trasmettere”  - dice il presidente dell’associazione Nicola Perna – Il convegno sul Registro Unico Nazionale del Terzo Settore è nato per cercare di dare ordine a queste organizzazioni così importanti per il nostro paese. Sviluppano economia in termini di PIL 1%, non solo ma creano quell'interesse delle cose comune che supera ogni cosa. Quella sensibilità umana e civica che serve nel nostro Paese. La proposta è quella di un registro, un’anagrafe di tutte le associazioni da realizzare in tempi brevi per regolamentarne le attività, attirare fondi, ridarle vigore, vista la loro mission sociale”


programma: 64_Programma-29_novembre.pdf