Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Ottava edizione della Festa del Mandarino dei Campi Flegrei

17/1/2020 - Dopo la presentazione presso la sala del Toro Farnese del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, in occasione della presentazione del calendario del 2020 del Mann, e la tappa di dicembre sull'isola di Ischia, prosegue a Bacoli il 18 e 19 gennaio, per terminare il 25 gennaio a Monte di Procida.

Prosegue il programma dell'ottava edizione della Festa del Mandarino dei Campi Flegrei, nata a sostegno e promozione di questo agrume, simbolo di un territorio dalle qualità inconfondibili. Dopo la presentazione presso la sala del Toro Farnese del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, in occasione della presentazione del calendario del 2020 del Mann, e la tappa di dicembre sull'isola di Ischia, prosegue a Bacoli il 18 e 19 gennaio, per terminare il 25 gennaio a Monte di Procida. Il mandarino è un agrume dalle eccellenti proprietà organolettiche. Tuttavia è stato sostituito da ibridi più facilmente edibili (come la clementina, dal sapore meno intenso ma richiesto perché privo di semi), con conseguente abbandono della produzione. L’Associazione “L'Immagine del mandarino” agisce e opera su base assolutamente volontaria, con l’unica finalità di rivalutare il territorio dei Campi Flegrei, mettendo in luce le qualità dei suoi prodotti e promuovendone tutti gli aspetti produttivi, di modo da creare le premesse per un nuovo sviluppo dell’agricoltura e dei suoi derivati. Sabato 18 e domenica 19, sempre a Bacoli, ci si sposterà presso il castello aragonese di Baia del Parco Archeologico dei Campi Flegrei. Il 18 gennaio si terrà la terza edizione del convegno sull'agricoltura sostenibile e produttiva dei Campi Flegrei: nella sala auditorium del Museo si confronteranno cases history del 2019 e prospettive per l'immediato futuro del comparto agroalimentare del territorio. Per l'importanza degli argomenti è prevista la partecipazione del consigliere delegato all'agricoltura della città Metropolitana di Napoli Vincenzo Cirillo ,del Direttore Generale all'agricoltura della Regione Campania Filippo Diasco ,imprenditori flegrei del settore, di Antonio di Gennaro agronomo territorialista, dei docenti dell'Università Federico II Carmen Arena e Giulia Costanzo di Biologia e Maria Rosaria Iesce, Daniele Naviglio, Martina Ciaravolo del Dipartimento di Scienze Chimiche, dell'assessore al governo del territorio del Comune di Pozzuoli Roberto Gerundo. Sul tema dei finanziamenti pubblici e credito interverranno Enrica Pezzoni, Fabio Gatti, Luigi Sammarco e, per l'Assessorato all'Agricoltura della Campania, Luigi Sicignano. Chiuderanno i sindaci Giuseppe Pugliese di Monte di Procida, Josi Gerardo Della Ragione di Bacoli, Antonio Sabino di Quarto, Vincenzo Figliolia di Pozzuoli, Luigi de Magistris sindaco di Napoli e della Città Metropolitana di Napoli. Dopo l’evento ‘Falanghina D’Amare’, svoltosi nell’ ambito della trentanovesima edizione della ‘Festa del Vino’ di Castelvenere, dalla collaborazione messa in campo tra il comune sannita e quello di Bacoli nasce un nuova manifestazione che prenderà vita, questa volta, in terra flegrea. A ‘CastelvenereOspitaBacoli’ si replicherà con ‘BacoliOspitaCastelvenere’, evento ospitato nell’ambito della ‘Festa del Mandarino dei Campi Flegrei’. Al termine andrà in scena l’appuntamento ‘Falanghina Street Food’, brindisi con i vini Falanghina del Sannio e dei Campi Flegrei accompagnati dagli assaggi della cucina da strada sannita e di pietanze al mandarino flegreo. Particolarmente intenso il programma di domenica 19 che, alle ore 10,30 al castello, vedrà l’esibizione di danze tradizionali greche in costume a cura del “Gruppo Kyma” e alle ore 11,00, con partenza da piazza Marconi di Bacoli, l'esibizione del complesso bandistico del coro e delle majorette del Centro di Educazione Musicale Permanente di Castelvenere .Banda e majorette sfileranno per le strade del centro storico e sulle terrazze del castello da cui si domina tutto il Golfo di Pozzuoli fino a Procida, Ischia e Cuma. Nelle sale dell’imponente fortezza saranno invece di scena l'artigianato locale e i prodotti tipici, con la degustazione di tante preparazioni - dolci e salate - a base di mandarini e agrumi. Nello spazio dedicato a Castelvenere andrà invece in scena ‘Scarpella&Camaiola’, con degustazione del piatto tradizionale abbinato alle etichette di vini “Camaiola” (Sannio Doc Barbera e Beneventano Igt Barbera) delle aziende castelveneresi. In degustazione anche un particolare “vin brulé” preparato con il vino “Camaiola” e gli agrumi flegrei. Esposizioni artigiane ed artistiche con la partecipazione di Davide Carnevale co le ceramiche RAKU e dei ricami di ago pittura di Teresa Perreca dell’ associazione Ars Mirabilis “made in Campi Flegrei” e raffinate degustazioni al mandarino si intrecciano con interventi culturali e spettacoli. Esposizione dell’estrattore Naviglio e degli agrumi del Real Orto Botanico di Napoli. Infine a Monte di Procida si chiuderà l'evento: venerdì 24 alle ore 17, presso la sala del Consiglio Comunale, si terrà la presentazione sul nuovo Progetto Urbano Comunale e sabato 25, a Villa Matarese, ci saranno esposizioni, interventi culturali e degustazioni. La manifestazione, gli obiettivi, la tutela del territorio Un luogo si caratterizza attraverso elementi simbolo ,formali ed informali. Un turista, un visitatore sceglie un luogo attraverso un processo comunicazionale, ovvero attraverso i media ,documenti ,eventi ,racconti, il passaparola, i prodotti locali, il cibo. Non a caso tour operator ed agenzie di viaggio propongono viaggi con accattivanti itinerarii enogastonomici per degustare i prodotti tipici e la cucina che caratterizzano un luogo. Fra i tantissimi casi di cibi che la mente associa ad un luogo basta pensare ,ad esempio, alla pizza che evoca Napoli e al cannolo per la Sicilia. Ma ci sono casi in cui prodotti che per anni hanno caratterizzato un territorio ed una economia lentamente si ecclissano sotto la spinta di nuove dinamiche di mercato e della scienza. Ne è una chiara testimonianza il recente studio in tutte le regioni d'Italia svolto dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) con le ventuno Agenzie Regionali (ARPA) e Provinciali (APPA) per la protezione dell'ambiente dal titolo “Frutti dimenticati e Biodiversità recuperata”. La minaccia è reale e non esclude la Campania. Il mandarino dei Campi Flegrei ,ad esempio ,prodotto della tradizione regionale campana, fino a qualche decina di anni fa era un simbolo della campagna flegrea ed ora è in declino. Nonostante le sue eccellenti qualità organolettiche e nutritive e l'essere stato anni or sono fonte di ricchezza per intere famiglie, attualmente rischia di essere dimenticato sotto la spinta di altri ibridi similari, come la “clementina” ed il “mapo”. Tuttavia, attualmente, si va facendo sempre più strada una rinnovata presa di coscienza delle ricchezze che questo territorio possiede e delle sue notevoli potenzialità non ancora sufficientemente sfruttate a favore dell'economia locale e del lavoro. Sono segnali confortanti l'impegno dello Stato nel campo dei Beni Archeologici con la costituzione del Parco Archeologico dei Campi Flegrei e il crescente interesse delle comunità locali verso la propria terra .Ne è sintomo anche il buon numero di associazioni senza fine di lucro impegnate nei più disparati settori :dallo sport alla promozione e valorizzazione del territorio e delle sue risorse. A tutela e promozione del settore agroalimentare locale, coltivazione e trasformazione, è interessante l'impegno delle associazioni “L'Immagine del Mito” con ideatrice e realizzatrice della “Festa del Mandarino dei Campi Flegrei” e “Terra Flegrea” in stretta sinergia con la cultura ed il turismo locale. “Terra Flegrea” è costituita da imprenditori di aziende agroalimentari , vigneti,agrumeti,ortive , di trasformazione e da quanti, per professionalità ed esperienza ,credono nella tutela e rilancio della campagna flegrea e in più ampi spazi per la trasformazione dei suoi prodotti da produrre in loco ,operando in rete e secondo logiche di marketing di area e di prodotto. PROGRAMMA BACOLI 18 e 19 gennaio 2020 •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia sabato 18 gennaio 2020 ore 9.00 - 13.30 Convegno pubblico “Agricoltura sostenibile e produttiva dei Campi Flegrei: Cases history 2019 e prospettive” Moderatore Attilio Montefusco ore 9.00 Registrazione ospiti ore 9.20 Benvenuto del Direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei Fabio Pagano ore 9.30 Benvenuto del Presidente dell’Associazione “L’Immagine de Mito” Domenico Ferrante ore 9.40 Apertura lavori del convegno Vincenzo Cirillo Consigliere Delegato alle attività produttive della Città Metropolitana di Napoli ore 9.50 Filippo Diasco Direttore Generale Agricoltura Regione Campania ore 10.00 Antonio di Gennaro agronomo territorialista Campi Flegrei: le terre, i paesaggi, l’agricoltura storica ore 10.10 Cases history 2019 Ciro Verde Il IV Miglio Giovanni Tammaro Associazione Pomodoro Cannellino Flegreo Nunzio Mancino Associazione Terra Flegrea Carmen Arena e Giulia Costanzo Dipartimento di Biologia dell'Università Federico II di Napoli Maria Rosaria Iesce, Daniele Naviglio, Martina Ciaravolo Dipartimento di Scienze Chimiche dell'Università Federico II di Napoli Proprietà antiossidanti del Mandarino dei Campi Flegrei Fabio Gatti, Studio Ethos Un nuovo approccio per un’agricoltura sostenibile Roberto Gerundo Assessore al Governo del Territorio del Comune di Pozzuoli L'agricoltura urbana come servizio ecosistemico. L'esperienza del MAC ore 11.10 Coffee Break ore 11.25 Finanziamenti pubblici ed approccio al credito Enrica Pezzoni Studio Agribusiness.eu Luigi Sammarco, Studio di Consulenza Finanziaria Sammarco Luigi Sicignano, Assessorato all'Agricoltura della Regione Campania ore 12.20 Linee di indirizzo e programmi per l'agricoltura dei Campi Flegrei Giuseppe Pugliese Sindaco del Comune di Monte di Procida Josi Gerardo Della Ragione Sindaco del Comune di Bacoli Antonio Sabino Sindaco del Comune di Quarto Vincenzo Figliolia Sindaco del Comune di Pozzuoli Luigi de Magistris Sindaco del Comune di Napoli ore 13.00 Chiusura lavori • domenica 19 gennaio 2020 Artigianato, degustazioni al mandarino, prodotti agroalimentari dei Campi Flegrei ore 10.00 Visita guidata al Museo nel Castello Aragonese di Baia a cura di Pierfrancesco Talamo ore 11.30 Danze greche tradizionali a cura del “Gruppo Kyma” Info: Pro Loco Città di Bacoli 379 1030885 - prolococittadibacoli@gmail.com MONTE DI PROCIDA •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• Sala consiliare del Comune • venerdì 24 gennaio 2020 - ore 17.30 Presentazione del Piano Urbanistico Comunale (PUC) a cura di Giuseppe Pugliese, Sindaco di Monte di Procida e Francesco Escalona, Assessore alle politiche territoriali e all'innovazione urbana Una nuova visione strategica per il futuro di Monte di Procida: una terrazza sul paesaggio,cerniera di accesso ai Campi Flegrei per uno sviluppo durevole e sostenibile A seguire degustazione di prodotti al mandarino Villa Matarese • sabato 25 gennaio ore 9.30 - 13.00 Esposizione di arte marinaresca a cura dell'Associazione Vela Latina. Artigianato, degustazioni al mandarino, prodotti agroalimentari del territorio. Esposizione dell’abito tradizionale “La Montesina”. ore 10.00 Interventi a cura dell’Associazione Rione San Giuseppe e dell’Associazione Vela Latina ore 10.30 Storia e tradizioni di Monte di Procida Pasquale Mancino L'influenza dei pescatori pugliesi sul dialetto montese-procidano Emidio Coppola Cose di casa nostra: Aneddoti montesi tra leggenda e realtà ore 11.00 Concerto dell'Associazione Corale Flegrea, dirige il soprano Virginia Cimmino, pianista Procolo De Lucia A seguire degustazione di prodotti al mandarino Info per la “Festa del mandarino dei Campi Flegrei” Domenico Ferrante 335 1561701 Sergio Pepicelli 339 8849101 immaginedelmito@gmail.com www.immaginedelmito.it