Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Inaugurata ad Arzano la Residenza di Riabilitazione Psichiatrica “Casa Impresa Benessere”

29/6/2020 - Ad Arzano è stata inagurata la Residenza di Riabilitazione Psichiatrica “Casa Impresa Benessere”.

La struttura è articolata su tre piani, per un totale 2000 metri quadri e comprende un’area fitness, una galleria per l’esposizione di prodotti realizzati dalla bottega, una vintage boutique e un’area biblioteca e bar. Ai quaranta ospiti della struttura saranno offerti percorsi di attività volti a migliorare la propria condizione di salute, anche attraverso l’apprendimento di tecniche di sartoria e lavorazioni artigianali, in collaborazione con alcune delle aziende presenti nella zona industriale di Arzano. Il primo progetto è con la grande sartoria napoletana Kiton che invierà un proprio sarto per insegnare ai ragazzi le tecniche di produzione sartoriale, per poi creare un’intera linea di cravatte a marchio Kiton. L’obiettivo è quello di creare una comunità aperta che permetta l’interazione tra i pazienti e il contesto in cui è inserita la struttura, permettendo ai pazienti di vedere una valorizzazione delle proprie competenze, così da facilitarne l’inclusione sociale. Dice Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord: “Per noi questa struttura rappresenta una sfida importante e l’occasione per mettere nuovamente al centro della discussione pubblica il tema della Salute Mentale. Da molti anni, temi come questo, sono relegati alla marginalità del dibattito sulla salute pubblica. Nell’ambito di un percorso di rifondazione del Dipartimento di Salute Mentale, abbiamo voluto riorganizzare i percorsi, incentrandoli sul paziente. Da qui i Programmi Terapeutici Individuali e una nuova centralità dell’offerta pubblica nell’ambito dei servizi di salute mentale. Questa è una delle Residenze di Riabilitazione Psichiatrica pubbliche più grandi in Italia e di questo siamo estremamente orgogliosi.”